La Turchia prenderà la Siria e cosa significa questo per le relazioni con Stati Uniti, Russia e Iran?

Archiviato in NOVITÀ ANALYZES by su 12 febbraio 2020 Commenti

fonte: thesun.co.uk

Se vediamo i grandi carri armati del convoglio e altre attrezzature in direzione della provincia siriana di Idlib, sembra che la Turchia stia pianificando una guerra totale contro la Siria. Il video qui sotto è di ieri, 11 febbraio e mostra un enorme spostamento su larga scala. Nel frattempo, la Turchia ha anche un elicottero da combattimento siriano colpo.

Posa di Erdogan molto chiaro che attaccherà la Siria se l'esercito siriano attaccherà i soldati turchi. La Siria afferma che ci sono gruppi terroristici nella zona di sicurezza istituita dalla Turchia che sono civili come uno scudo umano usalo. Il caso sta quindi per intensificarsi.

Siamo quindi in una situazione in cui non è più chiaro chi sta lavorando con chi e chi sta combattendo contro chi. Lascia che te lo spieghi.

La Turchia sta mettendo sotto pressione la Siria, ma nel frattempo è partner della Russia nel redditizio gasdotto Turkstream, mentre la Russia sostiene il regime siriano di Assad. La Turchia ha anche acquistato missili antiaerei S-400 dalla Russia.

Nel frattempo, la Turchia ha firmato un accordo con il governo libico in carica (quel paese nel Nord Africa, che era governato dal colonnello Gheddafi fino a pochi anni fa). Quel nuovo governo libico deve in realtà il suo diritto di esistere alla NATO (leggi: agli Stati Uniti), ma quella stessa NATO ora sembra essere in una posizione sbalorditiva, perché i partner della NATO Turchia e Grecia sono in conflitto sull'accordo tra Turchia e Libia; un accordo che blocca effettivamente il Mar Mediterraneo da un oleodotto destinato a un progetto sul gas in cui Israele, Grecia ed Egitto lavorano insieme (il Progetto gas Leviatano).

Non vediamo gli Stati Uniti in nessun campo o modo per quanto riguarda la situazione attuale in Libia e sembrano essere distanti.

La Russia ha quindi interessi in Turchia (come menzionato sopra), ma supporta nel frattempo il generale ribelle Khalifa Haftar, che vuole rovesciare il governo libico. Ciò è quindi completamente in contrasto con gli interessi turchi. Russia supporta anche anche il governo egiziano che a sua volta ha interessi in quel progetto di gas Leviatano in quella cooperazione con Israele (vedi questo articolo). Questo è in realtà in contrasto con gli interessi del gasdotto Turkstream (l'accordo tra Turchia e Russia).

Quindi la domanda è perché la Russia sostiene l'Egitto, mentre l'Egitto è al centro di un progetto competitivo sul gas (in cooperazione tra Israele, Egitto e Grecia, chiamato progetto Leviathan gas) che dovrà effettivamente essere competitivo con il gasdotto Turkstream. La domanda è anche il motivo per cui la Russia sostiene il leader ribelle libico, mentre la Turchia sta collaborando con l'attuale governo libico per difendere gli interessi del progetto russo sul gas turkstream. Ciò è forse dovuto al fatto che la Russia Gazprom è il progetto israeliano del gas Leviatano può aiutare a svilupparsi.

Il 19 ottobre 2015, il presidente russo Vladimir Putin e il primo ministro israeliano Benjamin Netanyahu hanno raggiunto un importante accordo per consentire a Gazprom di sviluppare riserve di gas del Leviatano.

Nel frattempo, anche la Turchia e l'America erano in conflitto su tutti i tipi di fronti e nel frattempo viene aggiunto Erdogan totalmente in disaccordo con il piano di pace di Trump per Israele e Palestina. In effetti, Erdogan trova un cattivo affare e questo è principalmente nell'argomento della città santa di Gerusalemme, che è importante per l'Islam, l'ebraismo e il cristianesimo.

La Turchia aveva già discusso con gli Stati Uniti sotto diversi aspetti, con la Turchia che imponeva persino sanzioni dagli Stati Uniti. Gli Stati Uniti rifiutano gli F35 ordinati dalla Turchia per consegnare e la Turchia sta valutando la possibilità di chiudere la base aerea di Incirlik e la stazione radar NATO di Kürecik (vedi qui). Entrambi i partner che sostengono ora sono ancora ufficialmente parte dell'alleanza NATO e insieme formano i più grandi eserciti all'interno di quella NATO.

E l'Iran, che sostiene anche il governo siriano? Che cos'è la Turchia? atteggiamento nei confronti dell'Iran (anche un partner nel crimine della Russia)?

È quindi un caos totale in cui le parti che sono effettivamente partner e concludono accordi tra loro, sono favorevolmente disposte l'una verso l'altra in determinate aree, ma l'una nell'altra è completamente infastidita. E poi non abbiamo nemmeno menzionato i gruppi terroristici delegati che possono aiutare a suscitare il caos come mercenari per diversi paesi. Qualcosa non va qui da qualche parte!

Tuttavia, vedrai se capisci che siamo interpretati dalla tattica dualistica hegeliana di apparenti contraddizioni, in cui tutte le parti stanno effettivamente seguendo una sceneggiatura master. La sceneggiatura di quel maestro sembra incontrare non solo le profezie religiose, ma anche un'agenda conosciuta nei più alti circoli delle società segrete, a cui appartengono tutti i capi di governo. Riassumo tutto questo nel mio libro, che consiglio comunque di leggere.

È quindi del tutto inspiegabile il caos e, a peggiorare le cose, dobbiamo anche fare i conti con vari suoni propagandistici dei media, a causa dei quali le persone tendono a perdere ogni visione d'insieme.

Ho previsto per anni che l'impero ottomano dovesse essere ripristinato e, sebbene la logica sembri essere completamente carente, puoi essere sicuro che la Turchia inizierà già quest'anno.

il tuo libro

Link alla fonte elencato: youtube.com, rt.com, egypttoday.com, dailymail.co.uk, defensenews.com, trtworld.com, timesofisreal.com, wikipedia.org, oedigital.com

tag: , , , , , , , , ,

Circa l'autore ()

Commenti (6)

URL di riferimento | Commenti RSS Feed

  1. ZalmInBlik ha scritto:

    a un livello più basso sembra che la NATO stia usando la Turchia come cavallo di Troia, ma più si sale nella piramide più si segue una sceneggiatura. Questo è chiaro ...

    Gli Stati Uniti promettono pieno sostegno al "nostro alleato della NATO"
    https://www.zerohedge.com/geopolitical/erdogan-ready-hit-assad-forces-anywhere-us-vows-full-support-our-nato-ally

  2. Zonnetje ha scritto:

    Bene, sappiamo chi usa paesi, persone, NATO ecc. Ecc. Come procura. Lasciano sempre che gli altri facciano il lavoro sporco e tacciono per sembrare innocenti. Sempre alla ricerca di scappatoie o alibi. Li troverai ad ogni livello come guardiani e spiedini. Tieni d'occhio tutto.
    Usano questo modello da secoli.
    Chi ci libererà da questo problema?

  3. Jan Holland ha scritto:

    I veicoli nel video non sono carri armati, come dice il titolo, ma veicoli corazzati, ad esempio per la ricognizione o per il trasporto di truppe.

    Inoltre, è stato sparato un altro elicottero e sembra che i jihadisti abbiano ricevuto missili migliori.

    La Turchia fornisce anche supporto di artiglieria per i contrattacchi jihadisti.

    Questo non rallenta l'offensiva e il primo obiettivo è già stato raggiunto: la strada tra Damasco e Aleppo è stata conquistata.

    https://www.almasdarnews.com/article/syrian-army-announces-aleppo-damascus-highway-is-fully-secured-for-first-time-in-9-years/

Lascia un Commento

CHIUDI
CHIUDI

Continuando a utilizzare il sito, accetti l'utilizzo dei cookie. maggiori informazioni

Le impostazioni dei cookie su questo sito Web sono impostate su "Consenti ai cookie" di offrirti la migliore esperienza di navigazione possibile. Se continui a utilizzare questo sito Web senza modificare le impostazioni dei cookie o fai clic su "Accetta" di seguito, accetti queste impostazioni.

vicino